La critica d’arte? “Vaste programme”…

emanuele beluffi la versione di beluffi

Cosa rispondere quando ti chiedono a bruciapelo che cos’è la critica d’arte?

Niente di meglio che scomodare il Generale De Gaulle quando, alle urla di un contestatore esagitato («Morte ai cretini!»), rispose serafico: «Vaste programme…».

Quando le parole della critica sono parole al vento. Niente, meglio di un’immagine mentale, può commenta un’immagine “vera”:

L’arte del disegno è fondamentalmente ancora la stessa fin dai tempi preistorici. Essa unisce l’uomo e il mondo. Vive attraverso la magia (Keith Haring)

Il disegno qui sopra è di Giovanni Manzoni Piazzalunga, un artista che seguo da anni, praticamente dai miei inizi in questo pazzo pazzo pazzo pazzo pazzo mondo antico dell’arte contemporanea nella provincia di Milangeles (gli isolani che raccoglieranno questo mio messaggio in una bottiglia potranno leggere le sudate carte vergate su Giovanni Manzoni Piazzalunga  QUI, QUI e QUI).

Ma, appunto, talvolta la parole sono flatus vocis e talaltra vox clamantis in deserto, nel senso che se non le accompagni con foto di gattini e non sei un’ (nel senso di una, femminile) artista che anziché postare i suoi quadri posta le sue tette non ti si caga nessuno.

Le parole (non al vento, stavolta) di Keith Haring sul disegno dicono nella loro brevità molto di più della critica, scolastica o rockarolla che voglia essere.

E poi quel riferimento finale alla magia: impossibile non pensare ai primordi dell’arte e del mondo in cui noi sopravviviamo, cioè alle Grotte di Lascaux, da dove è nato tutto il nostro indaffararci gaiamente lieve con l’arte dei “giovani artisti”.

Questa frase di Haring, che il bravo Giovanni Manzoni Pazzalunga ha postato a commento di un suo disegno, mi fa pensare a quanto disse un sodale dell’artista newyorkese, Jean Michel Basquiat:

Non ascolto ciò che dicono i critici d’arte. Non conosco nessuno che ha bisogno di un critico per capire cos’è l’arte

Qualche pagina indietro mi chiedevo retoricamente che cosa ci stessero a fare le gallerie e la risposta aveva una risposta naturale e vera e condivisibile.

Ma se mi chiedessi che cosa ci stia a fare la critica, beh, la mia risposta non sarebbe altrettanto condivisibile.

Post scriptum: il disegno di Giovanni Manzoni Piazzalunga si trova (anche) sul suo profilo FB .

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...